INFORMAZIONI PRATICHE

Da lunedì 22 giugno 2020 i provvedimenti per combattere il nuovo coronavirus saranno quasi tutti revocati. Soltanto le grandi manifestazioni resteranno vietate fino alla fine di agosto. È quanto ha deciso il Consiglio federale nella sua seduta del 19 giugno 2020, considerato che il numero di nuovi casi si mantiene basso.

Tutti i luoghi accessibili al pubblico dovranno disporre di un piano di protezione.

il Consiglio federale punta in misura ancora maggiore sulla responsabilità individuale: le regole d'igiene e di distanziamento sociale (1.5 metri) devono continuare a essere rispettate.

Nelle situazioni in cui non è possibile rispettare le misure di distanziamento sociale, per esempio nel quadro di manifestazioni o eventi oppure a scuola, vanno tenuti elenchi con i dati di contatto dei
presenti.

In futuro sarà il datore di lavoro a decidere se i dipendenti devono lavorare da casa o essere presenti sul posto di lavoro. Il datore di lavoro è tuttavia tenuto a proteggere la salute dei dipendenti con provvedimenti adeguati. Si applica la legge sul lavoro.

(comunicazione del CF del 19.06.2020)

 

Camera SVIT delle PPP: FAQ zur Durchführung von Stockwerkeigentümerversammlungen gemäss Art. 6a Covid-19-Verordnung (aggiornato al 28.05.2020 / disponibile solo in tedesco)

 

Altri riferimenti utili

Ufficio del Medico Cantonale

Ufficio federale della sanità pubblica: Coronavirus  

Piano Pandemico: manuale per la preparazione aziendale

Indennità per lavoro ridotto: informazioni Sezione del lavoro

Indennità di perdita di guadagno per indipendenti (SECO)

Coronavirus e clima interno negli edifici Minergie: comunicato ufficiale di Minergie

linea

DOMANDE FREQUENTI SUL CORONAVIRUS E L'ATTIVITÀ IMMOBILIARE
Stato: 28.05.2020

Cliccate sulla domanda per visualizzare la risposta.
Si tratta di risposte e informazioni generali, non vincolanti e da valutare per ogni singolo caso concreto. La situazione di partenza può cambiare in ogni momento e rendersi necessaria una nuova valutazione. 

FAQ sul Coronavirus

Dal 6 giugno sono nuovamente possibili assemblee fino a 300 persone a condizione che vi sia un piano di protezione. Questo include le assemblee condominiali. Fino al 30 giugno compreso, l’amministratore può però disporre che l’assemblea si svolga in forma scritta (con le maggioranze indicate dal Regolamento) o tramite procura e rappresentanza di voto. Non è rilevante quando si svolge l’assemblea, ma quando l’amministratore decide come procedere e lo comunica ai partecipanti. In linea di principio è quindi consentito decidere la forma scritta per un’assemblea che avrà luogo solo dopo il 30 giugno 2020.
SVIT Svizzera raccomanda tuttavia di svolgere assemblee in presenza delle parti unicamente nel caso in cui siano in sospeso decisioni controverse o con implicazioni di ampia portata.
Se l’assemblea non è stata ancora formalmente convocata, devono essere rispettati i termini previsti dal regolamento e legali.

Assemblee per cui è già stata decisa la forma scritta o per rappresentanza e già convocate, e quelle per le quali sono già stati inviati i documenti di voto, secondo il parere di SVIT Svizzera, possono essere annullate prima della data di attuazione prevista e organizzate alla presenza delle parti. Tuttavia, vanno nuovamente rispettati tutti i termini ordinari. I documenti di voto già ricevuti dall’amministrazione devono essere distrutti.
Dal 6 giugno sono nuovamente consentite le riunioni, a condizione che siano rispettate le misure di igiene e protezione generali.
Il settore immobiliare non è direttamente interessato dalla "situazione straordinaria". A partire dall'11 maggio, gli showroom e le strutture con accesso pubblico (limitato) e qualsiasi servizio di sportello possono essere nuovamente messi in funzione.
L'UFSP continua a raccomandare l’impiego del personale in Home office.

In ufficio sono raccomandate precauzioni, come la rimozione di asciugamani di stoffa, la regolare disinfezione delle maniglie delle porte, la fornitura di sapone liquido, il rispetto delle distanze tra le postazioni di lavoro, ecc.

Piano di protezione per fiduciarie (elaborato dalla FTAF)
Nella gestione delle proprietà locative si raccomandano misure a bassa soglia che vanno oltre le istruzioni generali. Le raccomandazioni e le misure precauzionali vengono al primo posto. SVIT invita i suoi membri a prestare particolare attenzione alle persone vulnerabili negli immobili in affitto (persone anziane, sole o particolarmente vulnerabili, per quanto noto: persone in autoquarantena). Per l'utilizzo degli spazi comuni, è necessario rispettare il numero massimo di persone.

Particolare attenzione deve essere prestata all'igiene nelle aree semipubbliche (vani scala, ascensori, porte, maniglie, campanelli). Se necessario, la frequenza della pulizia deve essere aumentata e deve essere effettuata una disinfezione regolare.

La SVIT raccomanda inoltre di esporre in tutti gli stabili il materiale informativo dell’Ufficio federale della sanità pubblica.
Secondo recenti scoperte, l'uso del detersivo nella lavatrice è sufficiente per uccidere i virus anche a basse temperature. Di conseguenza, non vi è alcun rischio particolare di trasmissione utilizzando un'asciugatrice. Le persone con sospetto di infezione e le famiglie con persone potenzialmente infette devono assolutamente evitare di usare la lavatrice e l'asciugatrice (possibile trasmissione tramite il contatto con il bucato bagnato).
A partire dal 30 maggio, fino a nuovo avviso, sono autorizzati gli assembramenti con non più di 30 persone nello spazio pubblico. Con riferimento a ciò, i parchi giochi e gli spazi pubblici possono essere resi nuovamente accessibili.
Sì, è possibile ma può essere utilizzata unicamente dai residenti dello stabile ed è necessario adottare scrupolosamente tutte le misure di igiene accresciuta e le raccomandazioni del UFSP. Gli esterni non possono accedervi.

Coronavirus e sicurezza di un tuffo in piscina: informazioni generali (Sezione della protezione dell’aria dell’acqua e del suolo)
L’igiene degli spazi semipubblici (scale, ascensori, locali comuni, ecc.) delle proprietà gode di elevata priorità. Con le adeguate misure di protezione (in particolare l’uso dei guanti), gli interventi di pulizia non comportano alcun rischio particolare.
In base alle conoscenze attuali, negli edifici con ventilazione controllata non sussiste alcun pericolo accresciuto. Secondo l’UFSP, la semplice trasmissione attraverso l’aria non è sinora stata accertata.

Comunicato di Minergie: Coronavirus e clima interno negli edifici Minergie
In linea di principio, il locatore non è tenuto a tener conto dell'incapacità dell'inquilino di trasferirsi nell'immobile al momento concordato. In determinate circostanze (contratto di lavoro), l'ingresso è possibile. La SVIT raccomanda comunque una soluzione negoziata (ad es. rinvio di 1-2 settimane).
Al di là delle singole soluzioni cantonali per la ripartizione degli oneri, la questione della pigione commerciale non è stata risolta a livello politico. SVIT Svizzera raccomanda di avviare trattative tra il locatore e l'inquilino, che possano portare a una parziale riduzione del canone di locazione. Se possibile, dovrebbero essere concessi in anticipo generosi rinvii per ridurre la pressione finanziaria e temporale.
In linea di principio, se l'oggetto in locazione viene restituito in ritardo il locatario è in mora (art. 267 CO). Se il locatore venisse a conoscenza di un possibile ritardo, deve prendere immediatamente contatto con il locatario attuale e quello successivo e cercare una soluzione consensuale. Si sconsiglia il ricorso allo sfratto. Inoltre SVIT Svizzera raccomanda di eseguire a proprie spese la disinfezione dei locali dopo l’uscita. In caso contrario, gli potrebbe essere tra l’altro attribuito un difetto dell’oggetto locato.
SVIT ritiene che una malattia non costituisca né un caso di manipolazione scorretta né un uso non conforme dell’oggetto locato, dunque in un caso simile sarà il proprietario dell’appartamento a farsi carico delle spese per la disinfestazione.
Se l’onorario si basa sul reddito locativo percepito (e non sul reddito locativo concordato), le riduzioni e i rinvii dell'affitto hanno un impatto negativo su tale commissione. SVIT Svizzera ritiene che sia essenziale tenerne conto nel considerare le riduzioni e i rinvii degli affitti. Di conseguenza, le amministrazioni immobiliari possono trovarsi in difficoltà finanziarie.
Si consiglia di iniziare le discussioni con il proprietario e di lasciare a lui il compito di decidere se le visite sono ancora possibili. Se accetta le visite, prendere le precauzioni (disinfettare le mani prima di entrare, non stringere le mani, mantenere la distanza, disinfettare le mani dopo l'uscita, toccare il meno possibile, indossare guanti monouso se necessario). In alternativa, il proprietario può lasciare temporaneamente l'immobile. Se il proprietario non desidera lasciar visionare l'immobile, sospendere gli appuntamenti fino a nuovo avviso.

Lavoro ridotto: nuove disposizioni

  • Lavoro ridotto dal 01.09.2020

Assemblee condominiali

  • Piano di protezione assemblee PPP 24.06.2020

FAQ Coronavirus - UFSP

  • Raccomandazioni di comportamento e piani di protezione 19.06.20

Piano di protezione per fiduciarie (FTAF) 22.06.2020

  • Piano di protezione FTAF

Per evitare i contagi

Comportamento corretto in azienda
98.03 KB

Ordinanza COVID-19 locazione e affitto

  • Raccomandazioni di SVIT Svizzera 03.04.2020

Il mercato immobiliare commerciale è molto colpito

  • Comunicato stampa SVIT Svizzera 08.04